Azioni & Comunicati

Qui sotto trovi informazioni sulle nostre ultime attività & dichiarazioni a livello locale, 
ma anche su ExtinctionRebellion e FridaysForFuture, i movimenti globali cui c'ispiriamo! 

Ultime azioni (e comunicati!)

08/09/2021: La nostra casa è in fiamme

Created with Sketch.

Due pomeriggi per raccogliere donazioni per le comunità colpite dagli incendi boschivi, e per informare sul legame tra questi disastri e la crisi climatica.


24/08/2021: Inizia il mercatino online dei libri di scuola!

Created with Sketch.

Mettiamo questo strumento a disposizione di ogni studente del Berto, dell'Astori, delle scuole medie di Mogliano Veneto ed eventualmente anche di altri istituti.
Lo facciamo gratis, perchè il nostro obiettivo è combattere il consumismo dei libri di scuola e incentivarne invece il riuso.


20/08/2021: Lancio del workshop sull'azione nonviolenta!

Created with Sketch.

"Dei miei amici stavano bevendo qualcosa in Piazza Caduti, alle dieci di sera di questo lunedì."

"...se vogliamo fermare questa escalation di disastri prima del punto di non ritorno, se vogliamo un futuro vivibile per noi e per i più piccoli, non possiamo più limitarci a fare solo “il nostro piccolo”."

"Ne parliamo bene insieme il pomeriggio di venerdì 3 settembre con un workshop in Villa Benetton, nel quartiere di Marocco, nel contesto del Festival CombinAzioni."

27/07/2021: “Ci sentiamo presi in giro dal

Sindaco”

Created with Sketch.

COMUNICATO UFFICIALE 


Ribelli all’Estinzione di Mogliano:

"Le motivazioni e le modalità con cui il Sindaco ha rinnegato i nostri progetti comuni sono scorrette e offensive.”

Di fronte al recente e aggressivo comunicato stampa del Sindaco nei nostri confronti (https://www.oggitreviso.it/mogliano-ribelli-all’estinzione-contro-piano-degli-interventi-“progetti-ad-alto-impatto-eco-259380), sentiamo la necessità di mettere delle cose bene in chiaro.

- il nostro gruppo è sempre schierato contro il consumo inutile di suolo: che giovedì scendessimo in piazza a chiedere delle migliorie ad un determinato punto del P.I. era scontato, e coerente con la nostra visione urgenziale dell’emergenza climatica.

- non è mai successo che, a Mogliano, un’associazione venisse direttamente attaccata dal primo cittadino per avere

educatamente espresso in pubblico una propria posizione.

- nella nostra città un Sindaco non si può permettere di definire “polemica sterile” una richiesta argomentata con un comunicato di una pagina intera né di definire “privo di progettualità” un gruppo che da mesi sta collaborando con il Sindaco stesso in progetti di

divulgazione ambientale.

- tali progetti divulgativi, di importanza vitale, sono stati delineati con il primo punto dell’Emergenza Climatica ed Ecologica dichiarata unanime dal Consiglio Comunale il 30 novembre 2020

(https://www.comunemoglianoveneto.it/.../emergenza...) e approvati unanimi dalla Commissione Ambiente i mesi successivi: il Sindaco Bortolato non ha il potere di smantellare unilateralmente tutti questi accordi, specialmente in assenza di comunicazioni dirette e ufficiali agli interessati (noi, i Consiglieri e i Commissari).

- tali progetti (es. https://emergenzaclimamogven.wixsite.com/homepage) sono il risultato di un lavoro svolto non solo da Sindaco e tecnici stipendiati, ma in larghissima parte da volontari non pagati, che peraltro non hanno mai ricevuto grande aiuto: dai verbali non firmati ai tempi biblici, passando dalla recente difficoltà a contattare persino la segreteria del Sindaco, l’impressione ricevuta in mesi di collaborazione è che, fuori dai proclami e dai piccoli gesti di buonsenso, l’Amministrazione vede il tema climatico ed ambientale come una scocciatura poco seria e gli attivisti ambientali come dei buoni a nulla cui elargire sporadici contentini.

- se anche tutto ciò detto finora fosse accettabile, facciamo notare che dal Sindaco non abbiamo ancora ricevuto

l’onore di una mail, una telefonata, un messaggio, figuriamoci una convocazione per dirci le cose in faccia. Neppure ci sono comunicazioni ufficiali sul sito dell’Amministrazione, solo comunicati stampa diramati ai giornali; ma un vero Sindaco non scarica i suoi collaboratori strillandogli critiche dall’alto degli articoli online.


Dal primo cittadino ci aspettiamo maggiore rispetto per chi ha lavorato con lui fino all’altro ieri (e che vuole continuare a collaborare, in quanto questi progetti sono mille volte più importanti delle ripicche e delle ideologie personali!): prima di tutto, attendiamo lo sblocco immediato del progetto fino ad eventuale decisione contraria in Consiglio Comunale; dopodichè una convocazione o comunicazione ufficiale. Nel frattempo procederemo a rispondere alla versione confezionata dal Sindaco con il nostro punto di vista.

Post Scriptum: è triste vedere come, dopo le catastrofi climatiche accadute recentemente in Germania, Australia, Stati Uniti, Cina Turchia, Sardegna, eccetera, noi attivisti ambientali si debba trovare ancora così tanto sprezzo quando impieghiamo tempo, impegno e denaro nello stimolare e assistere le istituzioni nell'affrontare adeguatamente la crisi climatica ed ecologica.


Nella foto, alcuni di noi intenti circa due mesi fa a "inscenare sketch polemici per partito preso" (cit. Bortolato), o meglio a realizzare uno dei tantissimi progetti e iniziative organizzati in questi anni, tra cui la piantagione di alberi, la raccolta di rifiuti in città, l'organizzazione di eventi di divulgazione ambientale e la creazione di progetti di sensibilizzazione in collaborazione con il Comune di Mogliano.

22/07/2021: Le nostre critiche al Piano degli Interventi

Created with Sketch.

Questo giovedì pomeriggio, mentre in consiglio comunale veniva discusso il nuovo piano degli interventi, il nostro gruppo ha deciso di manifestare. Infatti, seppure nel Piano vi siano diversi propositi positivi (come la definizione delle cave di Marocco come biotopo), altri aspetti sembrano porsi in continuità con gli anni passati, che hanno visto uno sviluppo del territorio inorganico e ad alto impatto eco-climatico. In particolare l’attenzione del nostro gruppo e di molti altri cittadini si è concentrata sul progetto di un nuovo supermercato presso l’ex-essiccatoio tra via dello scoutismo e via casoni. Si tratta di un progetto di riqualificazione, che andrà a sostituire un edificio abbandonato da molti anni: dunque cosa ci sarebbe di sbagliato?

11/06/2021: Inizio campagna di disinvestimento

Created with Sketch.

Alle attività svolte per contrastare la finanza fossile è dedicata l'apposita sezione:

23/04/2021: Ancora davanti al Comune!

Created with Sketch.

Neanche in questa settimana piena di celebrazioni, manifestazioni e altre iniziative abbiamo mancato di farci vedere in Piazza Caduti.
Oltre a chiedere che i progetti da noi proposti e supportati vengano realizzati più velocemente (sono lì da febbraio, diamine!), vogliamo fare pressing sul Comune perchè le azioni per affrontare la crisi climatica nascano dallo stesso Consiglio Comunale, senza ogni volta il bisogno di doverci mobilitare noi (e/o altre associazioni) per attirare l'attenzione su un tema tanto vitale.

Non vogliamo fare noi il lavoro delle istituzioni, vogliamo che la DECE venga attuata nei fatti.
Perchè un'emergenza va trattata come tale.

22/04/2021: Alberi per la Giornata della Terra

Created with Sketch.

Abbiamo salutato questa Giornata della Terra con la piantumazione di alcuni alberi nostrani nell'area verde vicino all'ex-essiccatoio, dietro alla Scuola Arcobaleno.
Oltre a noi APIO e Amici del Parco, che ringraziamo per l'insostituibile aiuto.

Vuoi vedere qualche bella foto? Guarda il nostro ultimo...

18/04/2021: Messaggio dalla Morte!

Created with Sketch.

A pochi giorni dalla Giornata della Terra, la Morte in persona (non certo un nostro attivista!) si è presentata in Piazza Caduti per portare un messaggio ad ogni Moglianese:


“La pandemia e la crisi climatica derivano dallo stesso male.

Nell’ideale del profitto infinito e del consumo sfrenato, l’uomo sta dichiarando guerra all’ecosistema naturale… liberando conseguenze che solo ora si può comprendere appieno.

Ora si piangono i morti, si teme per chi vivrà il futuro: 
ma se si agisce adesso, l’avvenire sarà sano e gioioso.

Indifferenza è morte, azione è speranza. Agisci per la vita.”


Tale messaggio è stato ricavato da alcuni cartelloni sparsi intorno all’immobile e silente apparizione della Morte.

Nel pomeriggio domenicale in cui la fredda figura si è mostrata in piazza, un centinaio abbondante di moglianesi ha letto i suddetti cartelloni; alcuni hanno osato avvicinarsi per chiedere se siamo ancora in tempo per salvare il mondo e il futuro dalla crisi ambientale.

La risposta della Morte ad ogni uomo e donna è stata sempre la stessa: “Indifferenza è morte, azione è speranza.”



16/04/2021: Un altro venerdì in piazza per stimolare il Comune e raccogliere idee dai nostri concittadini

Created with Sketch.

Poichè l’iter per la realizzazione e la diffusione del materiale di sensibilizzazione si sta protraendo da alcuni mesi, noi di Ribellione all'Estinzione abbiamo deciso di ritrovarci ogni venerdì del mese di aprile in piazza Caduti, davanti al municipio. 

Perché se la questione climatica è stata riconosciuta come un’emergenza, dovrebbe essere trattata come tale, cioè diventare un tema affrontato quotidianamente. 

Come associazione, l’essere fisicamente presenti nel centro della città ci permette poi discutere il tema assieme ai cittadini e di formulare proposte da presentare alla Commissione speciale ambiente; commissione che vorremmo riuscire a far convocare molto più spesso.


La Dichiarazione di emergenza climatica ed ecologica è stata un passo importante, ma vorremmo che i suoi propositi trovino presto una concretizzazione che non si fermi solo ai progetti che stiamo portando avanti noi o ai piccoli gesti di buonsenso (piantagione tot alberi e distribuzione tot borracce) che comunque abbiamo visto nascere con piacere. 


Il ritrovo si svolge di pomeriggio, dalle 16:30 alle 18:30; per tutta la durata viene tenuto uno striscione di due metri, rivolto verso via Zermanesa e la piazza, con scritto: “Mogliano ha dichiarato l’emergenza climatica! E’ ora di passare ai fatti!” .

9/04/2021: Striscionata lampo per chiedere al Comune maggiore velocità dopo la DECE

Created with Sketch.

L’approvazione della Dichiarazione dell’Emergenza Climatica ed Ecologica nel comune di Mogliano Veneto risale al 30 Novembre 2020: da allora stiamo lavorando con il Comune ad una serie di progetti per informare e sensibilizzare la cittadinanza sul tema; tra questi, alcuni cartelloni da installare sulle bacheche della città e degli articoli che dovrebbero essere pubblicati sul sito del Comune. 


A quattro mesi dalla dichiarazione, questi progetti non hanno ancora trovato completa realizzazione perché, per un motivo o per l’altro, non rientravano tra le priorità dell’Amministrazione. 

Ciò che ci preoccupa maggiormente è che sembra non si comprenda l’urgenza del problema climatico: la mancata realizzazione di questi progetti infatti non ci permette di diffondere come dovremmo le informazioni sull’emergenza climatica e su ciò che i cittadini possono fare per avere uno stile di vita più sostenibile.

La Dichiarazione di emergenza climatica ed ecologica è stato un passo importante, ma vorremmo che i suoi propositi trovino una concretizzazione il prima possibile, ad esempio intervenendo per azzerare il consumo di suolo, per tutelare e migliorare il verde urbano, per incentivare la riduzione delle emissioni da parte delle attività del territorio... e anche per portare a termine i progetti di sensibilizzazione di cui abbiamo parlato. E’ ormai chiaro come l’emergenza climatica ed ecologica riguardi in prima persona tutta la nostra comunità.  

Per questo motivo abbiamo deciso che ogni venerdì (a partire da oggi, 9 aprile, e almeno fino alla fine del mese) vi sarà un piccolo ritrovo davanti al Municipio di Mogliano per richiamare l’attenzione sulla mancata attuazione di tali piani e progetti e per premere perché l’amministrazione faccia di più e più velocemente.

Il ritrovo avviene nel pomeriggio, verso le 16: stendiamo uno striscione di 2m, appoggiamo alcuni cartelloni e, a chiunque sia interessato, spieghiamo la situazione e i nostri obiettivi.  

1/04/2021: Cena di mazzette e lische, contro le banche immerse nel petrolio

Created with Sketch.

“Se per i soldi e con i soldi il Pianeta verrà rovinato, solo i soldi ci rimarranno da mangiare.”

Un banchetto a base di mazzette, e una lisca dedicata al giorno del Pesce d’Aprile.
Questo giovedì una decina di moglianesi di Ribellione all’Estinzione (FridaysForFuture+ExtinctionRebellion) ha allestito in Piazza Caduti un banchetto informativo sulle “banche fossili” e sulle azioni che possono intraprendere i moglianesi per combattere il caos climatico usando come arma il proprio conto in banca.

“Ogni moglianese si augura che il solare, l’eolico e in generale le rinnovabili presto scavalchino le fonti fossili, sia per motivi di gas serra che di inquinamento” dice Luigi, partecipante al banchetto come ‘divoratore di banconote’: “peccato che spesso le nostre stesse banche giochino nel campo opposto, dando ai petrolieri molti, molti più soldi che a chi vuole investire in energia pulita. E quei soldi non vengono dal nulla, sono spesso i nostri risparmi.”

Francesca è l’altra commensale, e dopo aver finito di masticare (e sputare) un cinquantone, rincara la dose: “Non è così solo a livello globale: in Italia arrivano miliardi di euro ai petrolieri, sotto forma di investimenti, prestiti e assicurazioni. L’80% di questi ‘aiutini’ arriva dalle due banche più grandi dello Stivale [nota: attualmente Unicredit e IntesaSanPaolo], nonostante entrambe si dipingano ‘green’ e sostenibili.”

Samuele non mangia banconote, ma ha da dire anche lui qualcosa: “Ormai l’economia del fossile (carbone, petrolio e gas) rimane competitiva rispetto alle rinnovabili solo grazie ai ‘regali’ (i nostri soldi) da Stati e banche, che tra l’altro ogni anno aumentano le cifre. E sì che i titoli delle fonti fossili sono quasi tutti in perdita, ed è dimostrato che gli investimenti nelle rinnovabili ormai rendono fino a 7 volte di più… allora perchè continua questa pazzia, che rischia di costarci un’era di caos climatico? Ci sono forse delle amicizie troppo strette?”

Come tutti gli altri cittadini d’Italia (il banchetto infatti è replicato nello stesso giorno da persone in tutta la penisola), i Moglianesi possono colpire al cuore questo problema con tre semplici mosse:
- non farsi ingannare dalle pubblicità “verde centone” delle banche che investono in fonti fossili e poi fanno di tutto per sembrare “ecosostenibili” (talvolta si può scoprire qualcosa scrivendo su internet il nome della propria banca seguito da ‘fossili’);
- scrivere alla propria banca, chiedendo di cambiare le politiche aziendali in favore delle rinnovabili (del resto, di chi sono i soldi? Del contribuente. E quindi, chi decide cosa ci si fa?);
- se la banca non risponde, risponde male o cerca di aggirare la richiesta (ad es. consigliando di spostare i soldi in suoi conti più “puliti”, che spesso sono solo un gioco di cifre che non offre assolute garanzie di sostenibilità), allora considerare di spostare parte dei soldi in altre banche che hanno già tagliato i ponti con i petrolieri (la più famosa in Italia è BancaEtica, su cui uno può informarsi semplicemente cercando su internet “banca etica opinioni 2020”).

L’affermazione di Cesare, che ha da tempo messo i suoi soldi in una banca della cui trasparenza ha la certezza: “E’ potente, è semplice, è giusto. Facciamolo e non ce ne pentiremo.”

Articoli pubblicati:
https://www.oggitreviso.it/%E2%80%9Ccena-di-mazzette-lische-contro-le-banche-immerse-nel-petrolio%E2%80%9D-250446

https://ilnuovoterraglio.it/il-denaro-non-si-mangia-flashmob-organizzato-da-fridaysforfuture-extinctionrebellion-mogliano/?fbclid=IwAR0fen3H6NjUW-UTNbfmtXNyR3uqA7Wh1J2eRqV02YQar_DgtSOz6r9jCrA

https://tribunatreviso.gelocal.it/treviso/cronaca/2021/04/02/news/il-denaro-non-si-mangia-a-treviso-e-mogliano-il-flash-mob-degli-ambientalisti-1.40103561

31/01/2021: Funerale del bosco degli scoiattoli

Created with Sketch.

Se in nome di palazzi fantasma e leggi colabrodo, nella nostra città i pochi alberi rimasti vengono triturati e i loro abitanti scacciati, non possiamo limitarci a piantare alberelli e sperare nei miracoli.Specialmente dopo che il Comune di Mogliano Veneto ha dichiarato l’emergenza climatica ed ecologica, riconoscendo il ruolo delle piante e degli ecosistemi nel difenderci dalla minacciosa crisi climatica, è nostro dovere agire perché le parole diventino fatti.

Per iniziare a farci sentire, abbiamo organizzato il “Funerale del Bosco degli Scoiattoli”,  una cerimonia in onore dei 44 alberi tagliati in Via Zermanesa 

con tanto di bara a simboleggiare ciò che abbiamo perduto oggi e ciò che rischiamo di perdere domani.

17/01/2021: Inizio dei lavori di costruzione della nuova sede (la X-Serra)

Created with Sketch.

E' importante per il nostro gruppo avere un luogo di ritrovo nel quale è possibile incontrarsi fisicamente, seguendo le regole, mantenendo  distanze e mascherine, condividere le proprie opinioni e stare insieme.

Lavorando insieme siamo riusciti a creare questo spazio, al quale stiamo ancora lavorando per renderlo il più confortevole possibile e con le utilità necessarie. Abbiamo in mente diversi progetti e attività che col tempo speriamo di avere modo di portare a termine.

16/01/2021: Azione al parco Arcobaleno

Created with Sketch.

Alcuni di noi, approfittando della bella giornata soleggiata e dell’aria aperta, hanno deciso di trovarsi, mantenendo le distanze necessarie e le mascherine, e di fare una piccola azione con lo scopo di lasciare un segno e far riflettere. 

È stato deciso di lasciare un messaggio, scritto con dei gessetti, davanti alla scuola materna, poiché è importante lasciare un segno e far riflettere ad ogni età, sperando che i brevi messaggi che abbiamo lasciato possano dare spunti di riflessione e far pensare chi si ritrovi a leggerli passandoci davanti

13/12/2020: Clessidra gigante per i 5 anni dagli Accordi di Parigi

Created with Sketch.

Sono passati 5 anni degli Accordi di Parigi e dalle promesse degli Stati del mondo a limitare il riscaldamento globale a +1,5°C di anomalia, un accordo attualmente sulla via del fallimento totale.
Siamo ormai a +1.2 e l'attuale direzione sono i +4°C, una sentenza di morte per città come Mogliano. L'azione non è un'opzione.

Per portare all’attenzione dei cittadini il quinquiennio degli accordi di Parigi alcuni di noi sono scesi in Piazza Caduti a Mogliano Veneto per erigere una clessidra di legno e stoffa e dei cartelloni informativi. Per quale motivo abbiamo deciso di organizzarci in questo modo e di portare proprio una clessidra con noi? 

La clessidra, oltre a richiamare il logo del gruppo, è simbolo del tempo che scorre e indica proprio che abbiamo poco tempo a disposizione per cambiare le cose: sono passati cinque anni dagli accordi di Parigi, ma nonostante ciò le emissioni dei gas serra non si sono ridotte e gli accordi si sono rivelati fallimentari.


21/11/2020: 18 e più alberi per un futuro migliore

Created with Sketch.

Noi di FridaysForFuture & Extinction Rebellion di Mogliano Veneto, insieme all’associazione APIO (associazione cittadina che lotta contro i tumori), che ha procurato le piante, arbusti e alberi nostrani (querce, biancospini, salici ecc..) e 'Salviamo il Paesaggio', abbiamo piantato una ventina di alberi in una zona offerta dall’azienda agricola bio&locale “La Zucca Vuota”. 

L’ obiettivo dell’azione e del gruppo è quello di dare un buon esempio a enti pubblici e privati, dando la dimostrazione che anche iniziative semplici come questa sono utili e soddisfacenti, sono un simbolo di vita. 

Eventi collegati nel territorio

La petizione per le ex-cave è stata un successo!

Created with Sketch.

Siamo fieri di aver contribuito alla raccolta firme promossa da 'Comitato a difesa delle ex-Cave di Marocco' e 'Salviamo il Paesaggio', che ha raggiunto il traguardo di 5000 firme. Il sogno di un Parco della Biodiversità a Mogliano si fa sempre più reale.

Mogliano Veneto dichiara l'emergenza climatica ed ecologica

Created with Sketch.

Dopo un anno di pressioni e negoziati, il consiglio comunale ha votato all'unanimità la Dichiarazione di Emergenza Climatica ed Ecologica (DECE). Ora non ci resta che trasformare le parole in fatti!

Lo skatepark si rigenera

Created with Sketch.

Anche se non è direttamente collegato alla crisi climatica ed ecologica, il Nite Park gestito dai volontari dell'Officina 31021 è per noi un punto di riferimento. Per questo siamo felici di aver aiutato a diffondere la loro raccolta fondi per la ricostruzione di un loro magazzino che era andato bruciato in un incendio vandalico.
Sono già stati raccolti 3700 euro!

Informati sulla crisi climatica

Climate Clock

Created with Sketch.

Segnaliamo che Climateclock, movimento che appende nelle città orologi che mostrano quanta CO2eq possiamo emettere prima di sforare i +1.5°C di anomalia globale, assume attivisti "a tempo pieno".
A fronte di uno stipendio alto e di orari flessibili, sono richiesti un ottimo inglese e una certa elasticità mentale.

Cosa sono FridaysForFuture ed Extinction Rebellion?

Sono le due principali anime del nuovo movimento globale per il clima, basate sulla scienza e sulla giustizia climatica.
Entrambi sono nati nel 2018 e dopo 2 anni sono attivi in quasi ogni nazione del mondo.

Fridays For Future

Stimolati dagli scioperi per il clima di Greta Thunberg, ragazzi e adulti che vogliono un futuro vivibile organizzano marce e mille altre iniziative per sensibilizzare le persone e spingere la politica ad agire (agire davvero) contro le cause della minacciosa crisi climatica ed ecologica.

Extinction Rebellion

Ispirandosi a Gandhi e altri strateghi della disobbedienza civile nonviolenta, dei semplici cittadini mirano a conquistare dalla politica ciò che con manifestazioni, petizioni e correnti partitiche non siamo mai riusciti ad ottenere: un'azione seria e decisa per prevenire il collasso climatico ed ecologico.